Oltre alla restituzione dell'andamento delle onde cerebrali attraverso colori, fumo e vento, anche la musica offre una sua interpretazione dello stato emotivo della persona, contribuendo all'edificazione di uno spazio "sensibile" totale, che coinvolge sinesteticamente la percezione ottica, tattile e acustica.
Gabin e Paul Dabirè, percussionisti africani, hanno realizzato appositamente per questa installazione brani che tengono conto dei sette stati mentali individuati.
Ritmi che trasmettono l'aggressività delle onde THETA dell'emisfero sinistro, l'ossessione caotica dell'attività BETA dell'emisfero destro, come il gioioso espandersi del ritmo ALFA .
Le percussioni seguono il primo rilevamento delle onde cerebrali durante i quarantacinque secondi della prima fase interpretativa.
Nella seconda fase (fase interattiva), che dura complessivamente 160 secondi, ogni quaranta secondi l'installazione, in base ai dati rilevati, offre al soggetto un brano musicale che viene scelto sempre in base al suo stato mentale.
I brani sono oltre cento, e spaziano dalla musica classica al rap, dal tango all'opera lirica, dalla musica etnica al blues. Ogni brano è stato classificato in base alla sua corrispondenza con uno dei sette stati mentali individuati dallo schema interpretativo.
La selezione dei brani, frutto di uno studio specialistico sul rapporto sinistetico tra musica e stati emotivi , è un lavoro di Giuliano Caione, musicologo.


LA MUSICA DI NEURONDE di Giuliano Caione

La musica di Neuronde è il risultato di lunghe e numerose discussioni riguardanti il significato del linguaggio dei suoni, il suo ruolo nella comunicazione, il valore della musica nell'espressione di emozioni e sentimenti.
Neuronde mira, anche attraverso la musica, alla rappresentazione e alla navigazione dei propri stati emozionali emergenti dalla lettura delle onde elettromagnetiche emesse dal cervello.
Sulle prime decidemmo di poter inserire musica originale, o meglio di poter creare al computer un automatismo compositivo, che in tempo reale traducesse in musica gli stati d'animo del viaggiatore e ne seguisse l'evoluzione emotiva.

In quel periodo (e in parte anche oggi) la mia chimera era la produzione di musica a partire dalle reazioni biologiche e sensoriali dell'ascoltatore.
La composizione avrebbe continuato ad evolvere nel tempo (attraverso reti neurali e programmi di vita artificiale), mentre un computer avrebbe monitorato i parametri biologici dell'ascoltatore/autore per misurarne e migliorarne il livello di gradimento nei confronti del suono prodotto. Ma subito il progetto si rivelò troppo ambizioso.
Solo successivamente troverà realizzazione, sebbene ancora parziale, nel lavoro PER TONI, del '98 (in cui, con le sue reazioni psico-fisiche, l'ascoltatore creava dei percorsi musicali all'interno di una costellazione di suoni), e in MIND-PROJECT che segnerà l'inizio della collaborazione con Giovanni Cino e la successiva nascita del gruppo ELEKTRANCEMUSIC.

Per Neuronde la scelta di musica automatica si rivelò però un po' troppo ardita. Dopo alcuni tentativi e uno studio sullo stato dell'arte, arrivammo alla conclusione che, non potendo prevedere quale potesse essere il prodotto musicale dell'automatismo compositivo, non era conveniente inserire musica generata dal computer nell'installazione interattiva.
Alla base della decisione non ci furono motivi di ordine estetico, ma di "riconoscibilità del prodotto": in un'installazione in cui la musica doveva rappresentare gli stati d'animo non ci poteva essere spazio per un risultato non identificabile in maniera univoca.
Prendemmo a questo punto la decisione diametralmente opposta: la musica da associare agli stati emozionali sarebbe stata musica già composta, la cui associazione con le emozioni comuni sarebbe stata lampante, o perché universalmente nota e oramai entrata nel repertorio comune, o perché i suoi elementi costitutivi (ritmo, timbro, melodia) fornivano un significato emotivo inequivocabilmente chiaro.
Stabilimmo quindi di operare una selezione di composizioni che potevano essere associate ai vari stati mentali che la macchina riuscisse ad identificare.
Il criterio adottato fu quello di non limitare le scelte a pochi tipi di musica, ma di includere composizioni di qualsiasi luogo, genere ed epoca, curando di evitare accostamenti congetturali tra musica e significato. Unico elemento condizionante a questo punto poteva essere, per la musica vocale, il significato dei testi: ma fummo noi a decidere, caso per caso, che peso dare alle parole per accostare le composizioni agli stati emotivi.

 

 

 

CORRISPONDENZE TRA BRANI MUSICALI
E STATI DI COSCIENZA
-------------------------------------------------------------

 
 


BETA SINISTRA

nome brano

SEX AND VIOLINS

ULYSSES

CANTALOOP

JUNGLE GROOVE

HOW RAPID?

BLAST FEAT V.D.C.

LAST RYTHM

QUARTETTO PER LA FINE
DEI TEMPI

SONATA N. 2 IN B MINORE
(4° tempo)

LES NOCES

CONCERTO PER VIOLINO
OP. 47 ( Allegro)

MAGNIFICAT

SEBASTIANA

NOZZE FIGARO
(Non so più cosa son...)

JACK THE BELLBOY

 

 

musicisti

THALKIN HEADS

DEAD CAN DANCE

US3BUCKSHOT

LEFONQUE

ART OF NOISE

CRAZY MAN

LAST RYTHM

OLIVER MESSIEN


FREDERIC CHOPIN


IGOR STRAVINSKY

JEAN SIBELIUS


J.S. BACH

TRIO ESPERANCA

W. A. MOZART


LIONEL HAMPTON

 

 
 

 

BETA CENTRO

nome brano

UNTIL THE END OF THE WORD

MUSIC EVOLUTION

RANSOM IN THE SAND

CONCERTO GROSSO (1)

CONCERTO GROSSO (4)

CONCERTO GROSSO (21)

FANTASIA n 4

DIVERTIMENTO IN RE MAGGIORE
K 136 ( Allegro)

CONC. per clav. Archi e B.C in LA MIN BWV1065 (1° tempo)

CONC. BRANDEBURGHESE n.5 (Allegro)

MI GENTE

STEPPIN’ INTO ASIA

AGUAS DE MARCO

CAVALLERIA RUSTICANA
(“Viva il vino...” Aria di Turiddu)

 

musicisti

U2

BUCKSHOT LEFONQUE

ART OF NOISE

GEORGE FRIDERIC HANDEL

GEORGE FRIDERIC HANDEL

GEORGE FRIDERIC HANDEL

BALINT BAKFARK

W. A. MOZART


J. S. BACH


J. S. BACH



SALSA TRADIZIONALE

RYUICHI SAKAMOTO

TRIO ESPERANCA

MASCAGNI

 
 

 

BETA DESTRA

nome brano

MUST MUST

WATER GIRL

TROAT SINGING

HERE WE GO

SUMMERTIME

DRAGNET

DO IT

MAD RUSH

CARMINA BURANA ( “In taberna”)

ERITREA

FUGEE - LA

BREED

MONEY

EXCELLENT BIRDS

GAS MASK


 

musicisti

NUSRAT FATEH ALI KHAN

ZAKIR HUSSAIN

ELILA MANGITAK & QAU

BUCKSHOT LEFONQUE

JANIS JOPLIN

ART OF NOISE

TI TUTA

PHILIPS GLASS

ORFF

GUERRIGLIERI DEL FLE

FUGEES

NIRVANA

PINK FLOYD

LAURIE ANDERSON

REX ANTHONY

 

 
 

 

THETA SINISTRA

nome brano

LA CUMPURSITA

THE LARK

L’ACQUA DI QUESTE FONTI

BOLERO

I PIANETI - MARTE

SINFONIA N. 7 (4° movimento)

REQUIEM (Dies irae)

UCCELLO DI FUOCO

WAR PIGS

SANACORE

FLAUTO MAGICO (Der Holle Rahe kokt....)

BARBIERE DI SIVIGLIA (Largo al factotum)

ESCUALO

MAD MAN BLUES

A ROSE

 

musicisti

CARLOS GARCIA and TANGOALLSTARS

LASLO BERKY and his GYPSYENS

CANZONO D’ALBANIA

MAURICE RAVEL

GUSTAV HOLST

LUDWIG VAN BEETHOVEN

W. AMADEUS MOZART

IGOR STRAVINSKY

BLACK SABBATH

ALMANEGRETTA

W. AMADEUS MOZART (*)

GIOACCHINO ROSSINI

ASTOR PIAZZOLLA

JOHN LEE HOOKER

RYUICHI SAKAMOTO

 
 

 

THETA CENTRO

nome brano

CANTO TRADIZIONALE

MI E’ CADUTO IL FAZZOLETTO

TANGO

DER LIED VON DER ERDE

GASPARD DE LA NUIT

SINFONIA N.9

QUARTETTO per ARCHI IN FA MAGGIORE

BAZOOKA

SADDLEHORSE BLUES

HASTA SIEMPRE

TUTU

GANGA

ME AND MY GIN

 

musicisti

MONKS of the GYTO MONASTERY

CANZONI D’ALBANIA

RYUICHI SAKAMOTO

GUSTAV MAHLER

MAURICE RAVEL

LUDWIG VAN BEETHOVEN

LUDWIG VAN BEETHOVEN

bambini dell’ isola INHACA

DADDY HOTCAKE MONGOMERY

CARLOS PUEBLA

MILES DAVIS

MINDOVER MATTER

BESSIE SMITH

 
 

 

THETA DESTRA

nome brano

THE ADVERSARY

IT TAKES TIME

ESCAPE FROM CANAAN

PAVANA

UN SOPRAVVISSUTO DI VARSAVIA

DER LIED VON DER ERDE

SINFONIA N. 4

SONATA N. 3 IN B MINORE

REQUIEM (“Confutatis”)

KALINAVKIE CHASTUSHKI

ZEN-GUN

ARAGON

ELISIR D’AMORE (Una furtiva lacrima)
FINE AND MELLOW

 

musicisti

CRIME AND THE CITY SOLUTION

PATTY SMITH

IN THE LABYRINTH

MAURICE RAVEL

ARNOLD SHONBERG

GUSTAV MAHLER

GUSTAV MAHLER

FREDERIC CHOPIN

W. AMADEUS MOZART

MARUSJA ZAMUZHEM

RYUICHI SAKAMOTO

BRIAN ENO

G. DONIZETTI
BILLIE HOLIDAY